martedì 21 febbraio 2017

Racconti imperfetti - nuova uscita | Edizioni dell'Urogallo


AA. VV., Racconti imperfetti

266 pp., 16,00 €, ISBN 978-88-97365-46-4, 2017



«Quante storie esisteranno mai intorno al Monastero di Batalha? Saranno centinaia, saranno migliaia? Saranno, di certo, innumerevoli. Perché è impossibile che qualcuno cammini tra le sue pareti e non si lasci dominare dall’immaginazione e dalla fantasia, dal delirio, dal sogno, dal fascino del passato e dello sconosciuto, del misterioso, dell’improbabile; non si lasci andare a deambulazioni dentro alla deambulazione.
È stato pensando a tutte le storie che sono mentalmente abbozzate, giorno dopo giorno, da tutti i visitatori che calcano il pavimento centenario del Monastero che è nata l’idea: e perché non usare il Monastero come punto di partenza per un libro? Perché non riunire in volume alcune delle storie che quotidianamente nascono tra le sue colonne e, poi, si perdono irrimediabilmente nella frenesia della routine e nei buchi neri della memoria? Perché non sfidare degli scrittori – quelli che forse meglio combattono con l’improbabile e chimerica arte di convertire l’immaginazione in una forma di realtà, nella realtà concreta della parola – a camminare, immaginare e scrivere storie che poi potessero divenire un po’ le storie di chi le leggesse?
Con quest’obiettivo in mente, sono stati invitati venti scrittori a visitare il Monastero, nel quale hanno passato un fine settimana; hanno guardato, chiesto, ascoltato, imparato, scoperto, toccato, condiviso, sentito. Poi, hanno scritto. Venti racconti, imperfetti nella loro perfezione. Un omaggio al Monastero e alla grandezza di chi lo ha eretto, a quello che sognano e a quelli che costruiscono, all’immaginazione e alla scrittura; alla storia e alle storie.
Quante storie esisteranno dentro alla Storia? Per ora, venti».

João Paulo Silva | Joaquim Ruivo | Paulo Kellerman

Gli autori, I titoli, I traduttori

Afonso Cruz, Int. A, Int. B, Alessandra Gregori
Ana Cristina Silva, L’anima e le ossa, Céline Pernechele
Andreia Monteiro, 39° 39' 32" N 8° 49' 33" O, Marta Petrucci
António Manuel Venda, Una visita in Algarve, Federico Mossi
Cláudia Clemente, L’angelo delle cappelle imperfette, Isabella Krasniqi
Cristina Carvalho, I rondoni e i doccioni del Monastero di Batalha, Silvia Nocchi
Elsa Margarida Rodrigues, I demoni non dormono, Amina Boggi
Fausta Cardoso Pereira, La fiamma della patria, Marianna Buchicchio
Fernando José Rodrigues, Il ragazzo che disegnava sulle pietre, Natalie Morello
Inês Botelho, Il giorno della salamandra, Viola Mariotti
Inês Fonseca Santos, Cappelle imperfette, Maristella Petti
João Eduardo Ferreira, Come si costruisce una casa, Francesco Cini
João Paulo Silva, Le piume del pavone, Erica Bonucci
Luís Mourão, Breve cronaca dell’assente, Elisa Mariti
Paulo Assim, L’uomo metà, Sharon Armeni
Paulo Kellerman, Brusio, Daniele Severi
Paulo Moreiras, Ars Amatoria, Chiara Lazzaretti
Raquel Ochoa, Il falegname che cambiò mestiere, Sara Di Mario
Sara Monteiro, Seconda opportunità, Nancy Ceravolo
Sílvia Alves, Visita guidata, Ilenia Polizzi

Edizioni dell'Urogallo
Corso Cavour, 39
I-06121 Perugia
+39 075 5733072
www.urogallo.eu

23 febbraio: presentazione di "La perdita della corazza" di Nicoletta Del gaudio all'IPSAR




Il romanzo d’esordio LA PERDITA DELLA CORAZZA di NICOLETTA DEL GAUDIO sarà presentato  scrittore STEFANO VALENTE  giovedì 23 febbraio 2017, alle ore 18.00 nel salone nobile dell’Istituto Portoghese di Sant'Antonio in Roma (Via dei Portoghesi, 2). La sessione sarà presieduta da S. E. l’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede, Dott. António de Almeida Ribeiro e dal Rettore dell’IPSAR, Rev. Mons. Agostinho da Costa Borges.



Certi pensieri cominciarono ad invadere la sua testa come una ragnatela. "Quando passi i cinquanta è inevitabile fare un bilancio della propria vita. La cosa principale è fermarsi un attimo nel momento in cui ti accorgi che stai scivolando a poco a poco non più nella semplice nostalgia di un desiderio, ma in quel mal sottile che si insinua quando non ti aspetti più niente di bello..." Ma è allora che Sara, la protagonista di questo romanzo, trova la forza per reagire, per ritrovare la positività e l'energia e così la sua storia e quella della protagonista del libro che incomincia a scrivere si intrecciano inesorabilmente. Fantasia e realtà prendono l'una il posto dell'altra, in una sorta di viaggio alla riscoperta di se stessi, per riappropriarci del rapporto con le persone che amiamo, per capire meglio la nostra vita e cosa sia realmente la felicità. 

Nicoletta Del Gaudio

Anno edizione: 2016
Pagine: 203 p. , Brossura
EAN: 9788856780765


http://viadeiportoghesi.blogspot.it/2017/01/lisbona-e-taormina-in-la-perdita-della.html

Marzo: l'Organo di Sant'Antonio dei Portoghesi


lunedì 20 febbraio 2017

Carnevale a Madeira

 

Il Carnevale parte ufficialmente il venerdì che precede la settimana di Carnevale e termina solo il Martedì grasso, contagiando tutta l’isola con un intenso e vivo entusiasmo.

Il Carnevale a Madeira è una delle feste più sentite e animate della regione. Funchal si sveglia il venerdì mattina al suono di bande filarmoniche e marce carnevalesche, che mettono di buon umore tutto il centro cittadino, proseguendo fino a notte con spettacoli nella Piazza do Município che durano per cinque giorni consecutivi.

Nella serata di sabato, è il turno della grande sfilata allegorica. Dopo un giro per la città, il corteo si riunisce nella Piazza do Município che, in un ambiente magico di suoni e fantasia, si anima con le danze.

Martedì grasso è il giorno in cui Funchal esplode di buon umore. Nel pomeriggio, dei pagliacci irriverenti, provenienti da ogni angolo della città, sfilano davanti a una moltitudine di persone che si lascia contagiare dall’atmosfera di caricatura - è il “corteo pasticcione”. Durante questi giorni, le vie di Funchal sono decorate da motivi luminosi e inondate dalla musica tipica del periodo carnevalesco. Lasciati contagiare!
Data d'Inizio:
22 Febbraio 2017
Data di Fine:
01 Marzo 2017
Contatti
Funchal
Website:
http://carnaval.visitmadeira.pt

Alessandro Marcianò sfida da record fra le onde di Nazaré


Video in: http://video.gazzetta.it/onda-record-surfata-marciano/894e3274-f1fc-11e6-8be6-1556f7846083

La città di Porto eletta ancora una volta come la migliore destinazione europea

 

venerdì 17 febbraio 2017

Para o estudo da história da Nação Italiana de Lisboa: Inventário do Arquivo da Igreja do Loreto



O projecto, intitulado 500 anos de história luso-italianas: o arquivo da Igreja dos Italianos de Nossa Senhora de Loreto em Lisboa. 1ª fase: catalogação geral e digitalização dos documentos dos séculos XVI e XVII  foi apresentado pela Fábrica da Igreja de Nossa Senhora do Loreto em parceria com o Centro de História d’Aquém e D’Além Mar da Faculdade de Ciências Sociais e Humanas da Universidade Nova de Lisboa e dos Açores na edição de 2014 do concurso referente a Projectos de Recuperação, Tratamento e Organização de Acervos Documentais, promovido pela Fundação Calouste Gulbenkian.

Resultando entre os vencedores, o projecto teve início em Outubro de 2014 e concluiu-se em Julho de 2015. Elaborado e coordenado por Nunziatella Alessandrini, este projecto teve como objectivos principais tratar, inventariar e organizar o manancial documental do arquivo, digitalizar os documentos mais antigos e em mau estado de conservação e colocá-los online de modo a garantir a difusão do espólio arquivístico mantendo a conservação dos documentos. 

O inventário do acervo documental é disponibilizado aos investigadores constituindo uma ferramenta relevante para quem se dedica à pesquisa de fontes, ao estudo das relações luso-italianas  e ao estudo da história de Portugal.

A igreja do Loreto 



No Chiado, sobre um pequeno adro a que se acede por escadaria de 2 lanços rectos murados e convergentes em patamar, foi erigida a Igreja de Nª Sra. do Loreto ou Igreja dos Italianos, em 1518, a pedido da comunidade italiana residente em Portugal. Recuperada após o Terramoto de 1755, segundo projecto de Joaquim António dos Reis Zuzarte, depois substituido por José da Costa e Silva, trata-se de uma igreja de nave única, revestida com mármores de Itália e decorada com estátuas de pedra dos Evangelistas e dos Apóstolos. A capela-mor, de abóboda de berço e retábulo de mármore polícromo, acolhe a imagem da padroeira e surge ladeada por 12 capelas com pinturas e decoração barroca. Destacam-se na sua fachada uma curiosa imagem de Nª Sra. do Loreto, com o Menino, e esculturas de Borromini. Integra a "Lisboa Pombalina", que está classificada como Conjunto de Interesse Público.

Horário 

Missa em língua italiana: domingo às 11h30 

Transportes 

Autocarros: 202, 758, 790

Elétrico: 28
Metro: Baixa-Chiado