venerdì 25 maggio 2018

A giugno: l'arte di MARIA ALMEIDA CUNHA nella galleria IPSAR




LA PERSONA CON PAESAGGI DENTRO

In occasione del Giorno del Portogallo, la personale di Maria Almeida Cunha
all’Istituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma


Giovedì 7 giugno 2018, alle ore 18.00 presso la galleria d’arte dell’Istituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma avrà luogo l’inaugurazione della mostra personale di un’artista portoghese della nuova generazione, presentata dal Rettore dell’IPSAR, Mons. Agostinho da Costa Borges, sotto l’alto patrocinio di S. E. l’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede, Dott. António Almeida Lima, ed organizzata dal Prof. Francisco de Almeida Dias.

Maria Almeida Cunha presenta in questa mostra la simbiosi tra il corpo (autoritratto) e ciò che sente (e registra) nella memoria del suo corpo che cammina. Se le figura umana presenta un trattamento pittorico formalmente classico e suggerisce una visione introspettiva dell’Artista, il paesaggio offre il suo approccio concettuale a ciò che vive e sente nel contatto tra lo spazio del corpo e lo spazio intorno. I due nuclei di opere che, ad un primo sguardo, potrebbero sembrare antitetiche, sono invece legate dal filo rosso del corpo, dell’Io interiore, dello spazio abitato.

«A memória do espaço surge como um rasto: um exercício sobre aquilo que em mim habita e que é transportado para um suporte através de uma ação física, que existe num só momento.»
(La memoria dello spazio appare come una traccia: un esercizio su ciò che abita in me e che viene trasportato verso un supporto attraverso un’azione fisica, che esiste in un solo istante.)

Ciò che è fatto, rimane - ecco l’atto performativo, qui e ora. Giochi di luce e colori e dell’assenza degli stessi colori e luce. La bellezza sospesa dalla crudezza degli studi, della tensione dei movimenti, danza di testure e sovrapposizioni. Nel carattere dell’azione si trova il sublime e il sensibile. Esiste la necessità di creare nuovi spazi, creando di nuovo il corpo e il fruitore è inviato a partecipare a questa doppia sfida: nel confronto tra corpo e spazio, assimilare quello che di comune e di opposto c’è in entrambi.

«As sensações observadas e absorvidas invadem o meu gesto. Um gesto que regista as diferentes operações e opções mentais sobre aquilo que interessa ver na natureza e no meu corpo. Assumo uma postura sensível, aproprio-me do que observo na natureza, do que observo num espelho. Desconstruo um corpo, desconstruo uma paisagem. Se abrissem as pessoas, viam paisagens.»
(Le sensazioni osservate e assorbite invadono il mio gesto. Un gesto che registra diverse operazioni e opzioni mentali su quello che interessa vedere nella natura e nel mio corpo. Assumo un atteggiamento sensibile, mi approprio di ciò che osservo nella natura, di ciò che vedo allo specchio. Decostruisco un corpo, decostruisco un paesaggio. Se aprissero le persone, vedrebbero paesaggi.)



Maria Almeida Cunha

Maria Luzia Almeida Cunha de Alegre e Silva (1995) è nata, vive e lavora nella città di Porto, Portogallo.
Laureata in Arti Visive (Pittura), nella Facoltà di Belle Arti dell’Università di Porto nel 2017, dove prosegue attualmente i suoi studi specialistici.
Il suo lavoro in ambito artistico, in una ricerca interdisciplinare della plasticità delle opere prodotte, si allarga alla creazione in vetro, fotografia, disegno, pittura, scultura e tecniche di incisione e impressione.

Principali  Mostre:
·         Inaugurações Simultâneas em Miguel Bombarda, Galeria Rui Alberto, Porto (2018).
·         8-20; 8-23, oMuseu, FBAUP (2018);
·         XIX BIENAL INTERNACIONAL DE ARTE  DE CERVEIRA, Fundação Bienal de Arte de Cerveira (2017);
·         Prémio Carmen Miranda, Museu Municipal Carmen Miranda (2017);
·         Another Nature of Materials, Galeria FBAUL (2017);
·         ANAMNESE_17, FBAUP (2017);
·         XXX Salão de Primavera “Prémio Rainha Isabel de Bragança”,  Galeria de Arte do Casino Estoril (2017).








LA PERSONA CON PAESAGGI DENTRO

di Maria Almeida Cunha

Istituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma
Via dei Portoghesi, 6

7 - 16 giugno 2018

da lunedì a sabato, dalle 17.00 alle 20.00

INGRESSO LIBERO

Domani sera: FADO all'Istituto Portoghese








Sabato, 26 maggio, ore 21.00

Nel Cortile dell’Istituto

Tradizionale Notte di “Fado”

Voce: Diana Vilarinho

Chitarra portoghese:Paulo Valentim

Chitarra classica: Paulo Ramos



(Ingresso con partecipazione alle spese e fino ad esaurimento posti)

mercoledì 23 maggio 2018

Embaixador Almeida Lima em Viterbo para homenagear Pedro Hispano

Aqui ficam algumas imagens da homenagem ao único Papa Português, João XXI / Pedro Hispano, promovida por S.E. o senhor Embaixador de Portugal junto da Santa Sé, Dr. António Almeida Lima, no passado sábado 19 de maio, na cidade de Viterbo.

Uma iniciativa que contou com a colaboração da Diocese de Viterbo, na pessoa do seu Bispo, S. E. Rev.ma Mons. Lino Fumagalli e na do Reitor da Catedral de S. Lorenzo e Vigário-Geral da Diocese, Don Luigi Fabbri, da Cátedar Pedro Hispano (Camões IC) / DISTU - Università degli Studi della Tuscia, na pessoa da sua responsável, Profª Doutora Cristina Rosa, e da ArcheoAres, sociedade de serviços culturais de Viterbo, na pessoa do Doutor Gianpaolo Serone

Entre a comitiva portuguesa contava-se a Senhora Doutora D. Maria Manuel Durão, Ministra Conselheira da Embaixada de Portugal junto da Santa Sé, e o seu marido Doutor João Terenas, Rev. Mons. Fernando Silva de Matos, Conselheiro Eclesiástico da mesma Embaixada, Rev. Padre José Alfredo Patrício, Reitor do Pontifício Colégio Português, entre outros.


A primeira etapa do dia foi a visita ao Mosteiro Trapista de Vitorchiano – que em breve irá fundar no norte de Portugal uma comunidade monástica.



Pelas 10h30,  na Aula Magna do DISTU (Dipartimento di Studi Linguistico-Letterari, Storico-Filosofici e Giuridici) da Università degli Studi della Tuscia, a Prof.ͣ Doutora Cristina Rosa fez uma  apresentação sobre a fundação e as atividades desenvolvidas Cátedra Pedro Hispano / Camões IC, de que é responsável, a que se seguiu uma pequena apresentação sobre a figura de João XXI, pelo Prof. Doutor Francisco de Almeida Dias. 

Os estudantes: Lorenzo Bernardini, Federico Mossi, Erica Bonucci, Silvia Nocchi, Isabella Krasniqi, Bianca Maria Scipione, Isabella Labellarte, Chiara Lazzaretti e Beatrice Venettilli, com os Embaixadores de Portugal e os Professores.

No campus do Complexo Monumental San Carlo seguiu-se um encontro entre o Senhor Embaixador e alguns dos estudantes de Mestrado que estudam português em Viterbo.


Ao meio-dia o Embaixador António de Almeida Lima encontrou S. E. Rev.ma Mons. Lino Fumagalli no palácio episcopal.

Seguiu-se uma interessantíssima visita à Biblioteca e ao Arquivo Histórico diocesano, onde o Doutor Luciano Osbat ilustrou o grupo acerca dos preciosíssimos fundos documentais e bibliográficos ali conservados.
Depois de um simpático almoço, oferecido por Don Luigi Fabbri no Seminário Maior Diocesano “S. Maria della Quercia”, o grupo foi guiado pelo Doutor Gianpaolo Serone pelo complexo histórico da Piazza de San Lorenzo.
No curso da visita, alguns membros da antiga Sociedade Arqueológica "Pro Ferento" quiseram homenagear S. E. o senhor Embaixador Almeida Lima, conferindo-lhe o título de Sócio Honorário, à semelhança do que tinham feito com o Rei Carlos Gustavo da Suécia.

A jornada de homenagem ao Papa João XXI terminou às 17 horas com uma  oração em frente ao túmulo do Pontífice e a solenidade eucarística, concelebrada por Don Luigi Fabbri e por Mons. Fernando Matos.

Agradecemos as fotografias a: Cristiano CIRILLO, Sante FABBRI, Chiara LAZZARETTI, Mara SOUSA.

MAIS

FAUSTO MARIA FRANCHI e l'edizione 2018 del workshop "levocidellarte"


16 de Maio: Embaixador Almeida Lima apresentou as Credenciais junto da Ordem de Malta



Il Gran Maestro Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto ha ricevuto a Palazzo Magistrale, in udienze per la presentazione delle Lettere Credenziali, l'Ambasciatore del Portogallo, S.E. António José Emauz de Almeida Lima, il 16 maggio scorso.

https://www.orderofmalta.int/2018/05/16/credentials-egypt-portugal/

venerdì 18 maggio 2018

Domani: l'Ambasciatore Almeida Lima a Viterbo per ricordare Pedro Hispano

Il 19 maggio prossimo, l’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede, Dott. António Almeida Lima, promuove un omaggio all’unico papa portoghese, Pietro Ispano, coinvolgendo alcuni membri della comunità lusitana di Roma in una visita alla città di Viterbo.
Il Papa, nato a Lisbona probabilmente nella seconda decade del XIII secolo, è salito al soglio pontificio il 20 settembre 1276 con il nome di Giovanni XXI ed è stato collocato nel Paradiso di Dante tra i 12 spiriti della seconda corona, nel discorso di San Bonaventura – “Pietro Spano, lo qual giù luce in dodici libelli”(XII, 134-135). Il riferimento dantesco ricorda la grande e diversificata opera attribuita a Pedro Julião – scritti di natura medica, filosofica, teologica e matematica, a cui avrebbe corrisposto anche una proficua attività accademica in diverse università europee.
Il programma viterbese, preceduto da un incontro con le Religiose del Monastero Trappiste di Vitorchiano – che a breve fonderà una nuova comunità monastica nel nord del Portogallo – inizia verso le 10.30 con una presentazione nell’Aula Magna del DISTU (Dipartimento di Studi Linguistico-Letterari, Storico-Filosofici e Giuridici) dell’Università degli Studi della Tuscia. Nell’imponente chiesa medievale del Complesso del San Carlo la Prof.ssa Cristina Rosa farà una breve presentazione sulla fondazione e sulle attività sviluppate dalla Cattedra Pedro Hispano / Camões IC, di cui è la responsabile, segue una rivisitazione storica della figura di Giovanni XXI, a cura del Prof. Francisco de Almeida Dias. La sessione sarà preceduta dal saluto del Sindaco di Viterbo, Ing. Leonardo Michelini. A mezzogiorno, l’Ambasciatore António de Almeida Lima saluterà il Vescovo di Viterbo, Don Lino Fumagalli.  
Nel pomeriggio, avrà luogo una visita guidata Polo Monumentale del Colle del Duomo di Viterbo – cattedrale di San Lorenzo, la tomba di Giovanni XXI, palazzo dei Papi e museo – organizzata da ArcheoAres, la società di servizi culturali che promuove le attività didattiche e turistiche del complesso e che, nel suo programma di promozione editoriale, progetta a breve la pubblicazione di uno studio storico aggiornato su Pietro Ispano.
La giornata di omaggio a Papa Giovanni XXI si conclude alle ore 17 con la celebrazione eucaristica, presieduta da Don Luigi Fabbri, Rettore della Cattedrale di S. Lorenzo e Vicario-Generale della Diocesi de Viterbo



http://www.tusciaweb.eu/2018/05/comunita-portoghese-viterbo-rendere-omaggio-pietro-ispano/

"Il Poeta è un fingitore"

Agradecemos a assinalação à Angela De Chirico