venerdì 10 ottobre 2008

Costanza: una "ERASMUS" a Lisbona

Universidade de Lisboa - Cidade Universitária - Reitoria

Recebemos notícia da nossa antiga aluna de Português, Costanza Pediconi, que venceu uma bolsa de estudos com o programa ERASMUS, o que lhe permitiu partir para Lisboa por alguns meses de estudo. Aqui a publicamos, pois cremos ser do maior interesse - e motivo de inspiração para outros rapazes e raparigas que estejam no momento de decidir se partir, ou não.

À Constança o nosso abraço e o nosso agradecimento, e os votos de que tudo lhe corra muito bem.


Sono arrivata a Lisbona il 29 settembre e devo dire che le mie prime impressioni sono molto buone. Sono venuta qui con la borsa Erasmus che mi permetterà di dare gli ultimi esami e di fare le ricerche per la tesi.
Ho iniziato a seguire i corsi questa settimana che sono di traduzione, o meglio, di traduzione assistita al computer, laboratorio di portoghese scritto… Il metodo di insegnamento mi sembra molto efficiente, perché periodicamente fanno scrivere delle tesi (o comunque degli elaborati scritti), dando molta importanza al lavoro non solo individuale ma anche a quello di gruppo, che secondo me è ottimo perché lo scambio di idee è comunque un modo per arricchire le proprie conoscenze…Fino ad ora ho incontrato professori molto gentili e disponibili per ogni tipo di problema. Inoltre, durante le lezioni cercano di instaurare un rapporto quasi di amicizia con gli studenti e questo mi piace molto.
La struttura universitaria (Faculdade de Letras da Universidade de Lisboa, detta ”Classica”) funziona abbastanza bene e soprattutto offre molti servizi: la mensa, lo sport, sconti e riduzioni su diverse cose… è molto comodo. Ci sono anche qui, come in tutte le università, delle cose che mancano: a volte un professore non scrive l’aula e devi andartela a cercare, oppure su internet scrivono una cosa e in bacheca un’altra…
La biblioteca dell’università funziona benissimo e anche quella Nazionale è molto comoda. Il materiale, infatti, si trova facilmente anche perché ci sono dei programmi informatici molto avanzati.
I mezzi pubblici funzionano molto bene: la metro ovviamente è il mezzo più pratico e rapido, ma anche gli autobus passano spesso. Il centro della città è sempre bellissimo e i portoghesi (almeno quelli incontrati fino ad ora) sono gentili e cordiali. Un’altra cosa che mi piace molto è la mescolanza culturale che c’è: brasiliani, portoghesi, angolani, indiani, cinesi… Le prime persone con cui ho fatto amicizia, infatti, sono proprio una signora e un signore brasiliani e una ragazza angolana, tutti molto simpatici, intelligenti e con voglia di fare.
La città in generale è tranquilla e, ovviamente, come in tutte le città basta sapere quali sono le zone da frequentare e quali sono quelle da evitare.

COSTANZA PEDICONI

1 commento:

Roberto ha detto...

Ciao Costanza, posso dirti che ti invidio un po'? Spero che questa esperienza sia per te foriera di incontri interessanti e di sorprese mozzafiato! Con simpatia da Roberto