venerdì 11 luglio 2008

Hélder Moutinho a abrir 7Sóis7Luas

O jovem fadista português Hélder Moutinho abre os espéctaculos romanos do festival SEte Soóis Sete Luas 2008, tendo como palco o belíssimo jardim da Embaixada de Portugal junto do Quirinal, Villa Barberini.

No dia 15 de Julho, pelas 21horas, a entrada é livre na Villa Barberini (via Zandonai, 84).



Helder Moutinho è figlio del fado e della guitarra portuguesa, è creatore della “saudade” rinnovata, è la voce del Fado moderno, del Fado con la F maiuscola, ma eternamente tradizionale.
Più che semplice fadista, è “fadautore”, produttore, cantante.
Helder è legato a quanto di meglio si è realizzato negli ultimi anni nel mondo del fado. Chi lo afferma è la giuria dei premi Amália Rodrigues, che ha attribuito al fadista e alla sua “Luz de Lisboa” la categoria di “Miglior Album 2004”. Il premio è giustificato dalle ovazioni ricevute nelle sale in Olanda, Grecia, Cipro e in Inghilterra.

1 commento:

Roberto ha detto...

Quello di Moutinho, è il fado di chi parte, struggente nostalgia per ciò che si è lasciato: il proprio paese con le sue tradizioni centenarie, ma soprattutto l'amore di chi resta. Il concerto, in una fresca notte d'estate, ha visto coinvolto il pubblico in cori marinari pieni di saudade... suggestioni lusitane.