martedì 19 gennaio 2016

Barbara Aniello in “Vedere l’invisibile: la misericordia nell’arte”.


La lusitanista Barbara Aniello coordina all'Università Gregoriana il ciclo di conferenze "Vedere
l’invisibile: la misericordia nell’arte” - un percorso interdisciplinare (iconografia, architettura, musica) dalle prime rappresentazioni dell'arte cristiana fino al nostro presente.
 

 
 
Un Ciclo di Conferenze organizzate dalla Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa della Pontificia Università Gregoriana sul tema: “Vedere l’invisibile: la misericordia nell’arte”.
Le conferenze saranno svolte da febbraio ad aprile 2016 e la partecipazione è gratuita ed aperta a tutti.

Ciclo di conferenze

9 febbraio 2016
Umberto Utro
Il Buon Pastore, vera icona della misericordia divina nella Chiesa antica

7 marzo 2016
Maria Teresa Gigliozzi
La ‘Casa di Dio’: gli spazi della misericordia nell’architettura medievale

14 marzo 2016
Lydia Salviucci Insolera
Riflessi della misericordia di Dio tra Rinascimento e Barocco

4 aprile 2016
Yvonne Dohna Schlobitten
Romano Guardini e la carità dell’immagine. La Tempesta di Delacroix

11 aprile 2016
Giorgio Monari
Miserere mei Deus secundum magnam misericordiam tuam: dal silenzio al canto

18 aprile 2016
Barbara Aniello
Lo sguardo, il cammino, l’abbraccio: i tempi della misericordia.


Aula C008, ore 17.30

Per informazioni
Segreteria della Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa
Tel. 06 6701.5107 – www.unigre.it
Pontificia Università Gregoriana
Piazza della Pilotta, 4 • Roma

http://www.unigre.it/Univ/eventi/documenti_15_16/160229_PUG_FST_ciclo_misericordia_arte_programma_it.pdf

1 commento:

mtt ha detto...

mi incuriosisce pensare a come un tema così in auge in questo momento sia affrontato dalla D.ra Prof. Barbara Aniello. lo sguardo e abbraccio nell'arte? o l'idea dell'olhos così frequente in Pessanha, ben illustrata nel saggio sul dialogo delle arti del XX secolo in Portogallo: chissà? grazie per la informazione. fosse per me sarei felice anche se suonare il violoncello, senza dire una parola.