venerdì 17 novembre 2017

Oggi il blog VIA DEI PORTOGHESI compie 10 anni di vita!




Il post iniziale, sulla conferenza tenuta dal Prof. Giuseppe Tavani alla Roma Tre, iniziava con una frase predestinata: http://viadeiportoghesi.blogspot.it/2007/11/giuseppe-tavani-fala-de-tradizione.html


Siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l’altezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti.

L’asserzione di Bernardo di Chartres, filosofo francese del XII secolo, si riferiva al beneficio della nostra epoca  essere erede di precedenti fonti di conoscenza. Esattamente quanto si è passato con questo blog, che è vissuto e cresciuto con il beneficio di tante collaborazioni di studenti di Portoghese e di amici della cultura lusofona, grazie a questa forza di sostegno.

Per questo, il nostro grazie a tutti quelli che ci leggono, a tutti quelli che partecipano alla costruzione giornaliera di quello che è diventato negli anni un punto saldo di riferimento della comunità lusofila in Italia.

Ecco le statistiche aggiornate a stamattina:


Tre anni fa, nel compiere il magico numero di sette anni, scrivemmo:

«Abbiamo dato spazio a tutti coloro che hanno voluto collaborare, pubblicando le notizie che ci inviavano e che aiutavano a legare Portogallo e Italia con il filo rosso della cultura e dell’amicizia. Una parola particolare di ringraziamento agli studenti di Portoghese dell’Università e dell’IPSAR che hanno permesso di pubblicare i loro testi nelle nostre pagine.»



Parole che vogliamo ripetere ora, di tutto il cuore, con la promessa che continueremo a fare del nostro meglio per onorare il compromesso stabilito con la comunità lusofila italiana: BEM-HAJAM!


Francisco de Almeida Dias

2 commenti:

Christine Vitali ha detto...

Bravissimi !!

FavisLisboa ha detto...

Carissimi amici Portoghesi, conoscere voi, che vivete in Italia da più o meno tempo, è stato un grande privilegio e un'occasione di esperienza di vita e di conoscenza di un'altra grande ed antica Cultura.
È, attraverso voi, è stato come conoscere tutto il Popolo Portoghese, portatore di immutabili principi di libertà, indipendenza, rispetto delle diversità nel rispetto degli elementi comuni.
Valori fondanti delle singole Nazioni e poi dell'Europa unità, che oggi si stanno lentamente "dissolvendo".
Grazie per la vostra serietà.
Grazie per la vostra amicizia.
Giuseppe Favella